Donne di Roma. Giovanna Cattanei, detta Vannozza

Oggi cominciamo una nuova collaborazione!

L’ Associazione Culturale Asino d’Oro ci racconta di una donna romana : Giovanna Cattanei. Seguite la sua storia e cliccando sui link evidenziati in rosa scoprirete i luoghi di Roma che l’hanno vista protagonista.

Una passeggiata storica nella nostra Roma!

Buon divertimento e grazie ancora all’Asino d’Oro per la collaborazione.

Weekendout.it

Vannozza CattaneiVannozza Cattanei

“Tra mille donne che hanno “fatto” la storia di Roma, ve n’è sicuramente una che a suo tempo fu molto chiacchierata, ma proprio per questo considerata importante e influente. Chi? Giovanna Cattanei chiamata Vannozza, una donna molto affascinante e scaltra, vissuta tra la fine del 1400 e l’inizio del 1500, che utilizzò tutto il suo fascino per sedurre l’incorreggibile Rodigro. Costui, un cardinale allora già molto potente, non seppe resisterle, in barba ai suoi principi religiosi e a tutte le responsabilità pubbliche che, teoricamente, gli imponeva il suo stesso rango.

Dopo una lunga serie di amanti e avventure più o meno bizzarre, il nostro Rodrigo decise di “sistemarsi” con Vannozza che, a soli 25 anni, diventò la sua concubina ufficiale per quasi 15 anni!

Papa Alessandro VI Borgia

La donna, durante la loro unione, riuscì anche a stabilire una sorta di record dei primati: avere ben quattro figli da un principe della chiesa! Ma come è stato possibile tutto questo? Tranquilli, i pettegolezzi dell’epoca ce lo spiegano!

Pare che per non sbandierare troppo la loro relazione, il cardinale abbia sistemato l’amante in un palazzetto di via del Pellegrino, non molto lontano dalla sua Cancelleria.

Quando Vannozza rimase incinta del primo figlio poi, Rodrigo la fece maritare in tutta fretta con un signorotto chiaramente di facciata, un tal Domenico Giannotti di Rignano, che morirà dopo qualche tempo.

E poi la storia si intreccia e complica notevolmente.

I figli della “coppia” aumentano e diventano quattro: Cesare nasce nel 1475 e poi Juan e ancora la bella Lucrezia (Borgia) nel 1480. E continuano i matrimoni di facciata di Vannozza, almeno altri due! Il secondo, quello con il ricco scrittore apostolico Giorgio della Croce, durò un po’ più a lungo del precedente. Si dice che Vannozza si sia molto avvicinata al marito, tanto da rendere sporadici gli incontri con il cardinale e che, proprio per questo, Rodrigo abbia iniziato a sospettare che la donna lo “tradisse” con il consorte. Quanta sfrontatezza! Ma ancora una volta, la sorte giocò in suo favore.

lucrezia borgia

Vannozza restò nuovamente vedova e subito le fu trovato un nuovo marito, Carlo Canale, umanista addetto al fisco sotto lo stesso Rodrigo, con cui la donna rimase sposata fino al 1486. Con lui Vannozza cambiò completamente vita e casa, i due si trasferirono infatti in una villa nel rione Monti, ben lontani dal cardinale. Nel frattempo, Rodrigo aveva sottratto i figli alla madre per farli educare da sua cugina, Adriana Mila, ben felice di tenerli lontani dalla madre, per la quale non nutriva particolare simpatia.

Non ebbe mai un gran cuore come padre il nostro Rodrigo e anzi usò spesso i figli come pedine per assicurarsi il potere e strategiche alleanze: la povera Lucrezia verrà infatti data in sposa a ben tre mariti durante la sua vita! Quando Rodrigo diede il benservito alla nostra Vannozza, dopo circa 15 anni di relazione, le consegnò moltissimo denaro, che la donna decise di investire in numerose attività di business: comprò case e appartamenti, non sdegnava l’usura, ma soprattutto aprì locande sparse in tutta Roma!

 palazzo Vannozza rione monti

La più famosa di tutte certamente era quella che si trovava vicino a Campo de’ Fiori che si chiamava Vacca, chiara allusione a ciò che si poteva trovare al suo interno, oltre a un pasto caldo ovviamente! Diventò ricca, ma così ricca da far invidia anche ad aristocratici di rango ben superiore al suo! Tanta fortuna negli affari non trovò una uguale corrispondenza nella sfera della vita privata. Vannozza vide infatti morire tre dei suoi figli, fu costretta a vivere separata da loro e dovette assistere, impotente, alle sofferenze della figlia Lucrezia usata come pedina dal padre nei suoi giochi di potere.

Nonostante tutto, sembra che i rapporti con Rodrigo siano rimasti buoni, anzi: si racconta che nel 1492, Vannozza abbia assistito in prima fila sul sagrato di San Pietro all’elezione di Rodrigo al soglio pontificio, come vi fosse ancora tra i due un profondo affetto, anche se ormai la love story era finita da tempo e cioè da quando Rodrigo aveva scelto una più giovane fanciulla come propria amante, Giulia Farnese, ma questa è tutta un’altra storia! Vannozza visse gli ultimi anni della sua vita pensando alla salvezza dell’anima.

giulia farnese

Morì a 77 anni e si racconta che ai suoi funerali partecipò gran parte della nobiltà romana riunita nella Confraternita del Gonfalone, la più importante istituzione spirituale laica di Roma. Per continuare a vivere in ricchezza anche dopo la morte, si fece costruire un tumulo sontuosissimo, tempestato di pietre preziose, nella sua cappella all’interno della Chiesa di Santa Maria del Popolo.

Ma non finiscono qui le avventure di questa donna. Sappiamo infatti che in un certo periodo le tombe dei Borgia fecero una brutta fine e la lapide di Vannozza venne murata, al rovescio, sul pavimento della Basilica di San Marco, fino al 1948, anno del suo ritrovamento. e da allora trasferita nell’atrio, dove ancora oggi si trova.”


Autore: L’Asino d’Oro Associazione Culturale

“L’Asino d’Oro” Associazione Culturale

  Sede Legale: Via Mattia Battistini n. 491, 00167 Roma
  C.F. 97733350587
  Cellulare: (+39) 346 59 200 77
  Skype: L’Asino d’Oro
Annunci

Un pensiero su “Donne di Roma. Giovanna Cattanei, detta Vannozza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...