Festival delle Storie nella Valle di Comino

Il Festival delle Storie nasce nel 2009 dall’idea del club “Antrasarta” e, all’inizio, è solo un’improvvisazione. E’ un piccolo circolo culturale con un nome evocativo, un termine dialettale comune, in varie sfumature, a gran parte del Sud.  Antrasarta significa “all’improvviso”.  Antrasarta è il mutamento, qualcosa che ti sorprende, che non ti aspetti. E’ l’incanto, l’epifania, la rivelazione di cui parlava Joyce.

Può la cultura cambiare il destino di una terra? Molto più di quanto si pensi. Questa è la quarta edizione del Festival delle Storie. Immaginate una valle, nel versante laziale del parco nazionale Abruzzo, Lazio e Molise, sotto Montecassino, una costellazione di paesini appoggiati sui monti, paesi di mille, tremila, cinquemila abitanti, con rocche, castelli, piazze medievali e vicoli e un orizzonte che si perde nel verde.

Dal 23 al 31 agosto per nove giorni il festival viaggia di paese in paese, uno al giorno, come una compagnia di giro, di cantastorie, attori, scrittori, narratori, intellettuali, giornalisti, voci del cinema e della televisione, ognuno con la voglia di raccontare e raccontarsi.

E intorno a loro uomini e donne che incantati ascoltano e poi raccontano anche loro, perché in questo palcoscenico senza palco e senza barriere, l’ospite è uno di casa, che come Ulisse narra la sua storia, ma poi va a cena con i padroni di casa e condivide le loro storie.

festivladellestorie

E’ l’improvvisazione che nasce dal ventre di una terra e dalla sua cultura, ormai da tempo trascurata. Per credere in Antrasarta bisogna rischiare, ma sempre con la coscienza di avere radici.

L’obiettivo di questo progetto è far diventare la Valle di Comino il crocevia di storie, incontri, libri, scrittori, personaggi, viandanti, filosofi, astrofisici, fumettisti e fumettari, cantastorie e parolieri, dissidenti e burattinai impegnati insieme a ricordare, riflettere e immaginare un futuro possibile.

Grazie all’iniziativa di intellettuali e professionisti nativi della valle, e alla collaborazione di grandi nomi della cultura che hanno scoperto con entusiasmo questi luoghi, è stato possibile gettare le basi di un progetto che non si limita alla cura dei singoli episodi annuali, ma che si pone precisi obiettivi di sviluppo nel tempo

Tutto questo è il primo passo verso un’identificazione forte: la Valle di Comino come Valle delle Storie. La valle come un luogo di memoria. La valle come grande biblioteca virtuale ma con un territorio di grandi valenze ambientali e culturali da cui ripartire per immaginare un possibile sviluppo compatibile.

Programma 2014

L’appeso. Fontechiari – Posta Fibreno – sabato 23 agosto 

La ruota. Atina – Domenica 24 agosto 

L’imperatore (capovolto). Campoli Appennino – Lunedì 25 agosto 

L’alchimista. Villa Latina – Martedì 26 agosto 

L’ippogrifo. San Donato Val di Comino – Mercoledi 27 agosto  

Il cavaliere errante. Gallinaro – Giovedi 28 agosto 

Le stelle. Picinisco – Venerdi 29 agosto  

Il mondo. Alvito – Sabato 30 agosto 

Il narratore. Casalvieri – Domenica 31 agosto

Come raggiungere la Valle di Comino

IN AUTO:

– da Napoli: Autostrada A1 uscita Cassino, direzione Sora.

– da Roma: Autostrada A1 uscita Ferentino, direzione Sora, superstrada Avezzano-Cassino direzione Cassino.

vallecomino

Annunci

Un pensiero su “Festival delle Storie nella Valle di Comino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...