SPLENDOR JAZZ WEEK

Invito elettronicoSPLENDOR JAZZ WEEK

Dal 18 Febbraio al 1 Marzo 2015

 

Dopo lo straordinario successo della prima edizione il 18 Febbraio torna a grande richiesta, la rassegna musicale“Splendor Jazz Week”, che prende vita allo “Splendor Parthenopes”. La prestigiosa location – sita in via Vittoria Colonna 32/C- ospiterà dal 18 Febbraio al 1 Marzo – ben 12 concerti con i migliori musicisti del panorama italiano ed internazionale. Anche questa volta la selezione artistica punta sull’ l’incontro fra diversi generi e linguaggi musicali: dal jazz tradizionale al Manouche, dalla Samba allo Swing, dal Gospel al Funky, dal Pop al Blues. Una contaminazione di molteplici universi sonori che lascia spazio all’improvvisazione, al dialogo ed al confronto tra le diverse generazioni. Su questi presupposti prende vita la rassegna “Splendor Jazz Week”, nata grazie alla preziosa collaborazione tra lo Splendor Parthenopes , spazio multifunzionale di 800 metri quadrati distribuiti su tre piani, aperto dal breakfast al dopo teatro e l’Alexanderplatz il jazz club più antico d’Italia.
Alla musica di qualità si accompagnerà l’eccellenza gastronomica campana, la bontà della pizzeria e i raffinati cocktail di Splendor.

Queste due importanti realtà decidono nuovamente di collaborare animando la scena musicale romana con una programmazione di altissimo livello!
Si parte il 18 Febbraio con il raffinato Duo Partenope che proporrà classici della canzone napoletana, il 19 l’omaggio a Django Rein hardt con DjangoProject di Fabio Mariani, il 20 la musica di uno dei più quotati chitarristi samba del mondo Eddy Palermo, il 21 uno dei più importanti contrabbassisti al mondo l’americano Buster Williams, il 22 uno dei padri della batteria jazz in italia Gegè Munari, il 23 la musica dei Jazz On Monday, il 24 Xingo Quartet, il 25 uno dei più importanti chitarristi brasiliani Irio De Paula, il 26 il gospel degli All Over Gospel Choir, il 27 uno dei migliori bassisti al mondo Alfredo Paixao vincitore di 4 Grammy Awards , il 28 sarà la volta dell’eclettica Eugenia Munari, si chiude il 1 Marzo con Sade Songs Tribute ed il tributo a Sade.

PROGRAMMAZIONE RASSEGNA SPLENDOR
18 Febbraio/1 Marzo

Via Vittoria Colonna 32/ C

Mercoledì 18 febbraio
DUO PARTENOPE
Antonella De Grossi: voce
Marco Siniscalco: chitarra

Il Duo Partenope, formato da Antonella De Grossi e Marco Siniscalco, proporrà classici della canzone napoletana fra la bellezza delle arie operistiche e l’ energia ritmica della musica popolare (proveniente direttamente dalla Spagna e dal Nord Africa),su testi che sono in gran parte vere e proprie perle di poesia pura. Il Duo Partenope nasce nel 2000, inizialmente per lo studio personale di quel repertorio, poi per la sua interpretazione. L’ idea di base è quella di un duo quasi cameristico che fonde la duttilità e la grande eleganza della voce femminile con la peculiarità della timbrica degli strumenti usati, che comprendono il basso elettrico, lo stick, l’ uso del midi (sintetizzatori e campioni ritmici), e di effetti sonori elettro-acustici. Il punto di partenza è una ricerca fatta sulle più belle canzoni napoletane, il riferimento è soprattutto l’ opera di Roberto Murolo.

Giovedì 19 Febbraio:
DJANGO PROJECT con FABIO MARIANI
Fabio Mariani: chitarra acustica
Giorgio Rosciglione: contrabbasso
Gegè Munari: batteria

Fabio Mariani, storico chitarrista jazz è tra le eccellenze italiane del suo strumento.
Da sempre a capo di bands basate su musica originale questa volta si spoglia delle vesti di compositore e con questo nuovo progetto musicale torna alle origini del chitarrismo moderno e del jazz europeo, affrontando con rispetto e devozione il repertorio di Django.
Accompagnato dal grande Giorgio Rosciglione al contrabbasso e dall’eclettico batterista Gegè Munari.

Venerdì 20 Febbraio
EDDY PALERMO SAMBA JAZZ TRIO
Eddy Palermo: chitarra acustica
Daniele Basirico: basso elettrico
Alessandro Marzi: batteria

Virtuoso della chitarra, Eddy Palermo è il capostipite indiscusso del jazz samba in Italia, da più di vent’anni il suo nome è sinonimo di qualità. Nella sua musica si alternano sonorità afroamericane a ritmi brasiliani, e il risultato che ne deriva è eleganza ed energia allo stato puro. Il repertorio si basa su classici della bossa nova e dintorni con ritmi brasiliani che vanno dalla Bossa al Samba, al Baião, al Partito Alto, ed altro ancora. Verranno eseguiti brani dei grandi autori come Jobim,Menesca, Nascimento,Valle,DJavan ecc. Non mancheranno composizioni dello stesso Eddy Palermo.

Sabato 21 febbraio:
BUSTER WILLIAMS QUARTET
Buster Williams: contrabbasso
Bruce Williams: sassofono alto
Eric Scott Reed: pianoforte
Joey Baron: batteria

Buster Williams, nato nel New Jersey nel 1942, uno dei maggiori contrabbassisti degli ultimi decenni. Un musicista dalla carriera impressionante, iniziata all’età di 17 anni (esordio nel quintetto di Sonny Stitt e Gene Ammons) e continuata con le massime fortune fino ad oggi. Le sue frequentazioni musicali non conoscono limiti e la lista delle collaborazioni è impressionante e comprende giganti del jazz come: Art Blakey, Betty Carter, Carmen McRae, Chick Corea, Dexter Gordon, Wynton Marsalis, Gene Ammons, Herbie Hancock, McCoy Tyner, Miles Davis, Sarah Vaughan, Mary Lou Williams, Hank Jones, Sonny Rollins, Count Basie, Erroll Garner, Kenny Barron, fra i tanti. La sua tecnica irreprensibile (è anche contrabbassista di una formazione sinfonica) gli conferisce delle qualità di rigore e di controllo sonoro che ne fanno un sideman tra i più ricercati in assoluto. Seppur dotato di un eccezionale bagaglio tecnico e di una formazione sinfonica, le dita di Williams non si abbandonano mai a facili virtuosismi ma ricercano sempre la massima espressività. Un musicista dal talento trasversale refrattario alle catalogazioni, da sempre instancabile sperimentatore capace di spaziare al meglio nel jazz moderno.

Domenica 22 Febbraio
GEGE’ MUNARI QUARTET
Domenico Sanna: pianoforte
Vincenzo Florio: basso
Daniele Cordisco: chitarra
Gegè Munari: batteria

Lunedì 23 Febbraio
JOM (jazz on Monday)
Stefano Matteucci: sax alto
Chiara Perciballi: voce
Domenico Prezioso: piano
Luca Giardini: chitarre
Marco Piloni: basso elettrico
Riccardo Raponi: batteria

Nasce nel 2005 a Roma da un gruppo di amici provenienti dalla Scuola Popolare di musica di Testaccio con l’obiettivo di sperimentare, in ambito jazzistico, sonorità e armonie con un viraggio attuale e/o meno “complesso” all’orecchio di un ascoltatore inesperto.
Con una visione degli arrangiamenti centrata sulla portanza delle linee di basso e senza dimenticare la tradizione del jazz, il JOM affianca idee, spunti e brani originali dei diversi componenti che, nel tempo, hanno contribuito a costruire in maniera determinante il sound della band. Sin dalla nascita JOM è subito molto attiva nei locali della capitale, guadagnando negli anni una propria identità, un proprio pubblico, partecipando anche a numerosi eventi culturali di prestigio. Il titolo del progetto 2015/2016 è “Smooth Line” per la ricerca appunto di sonorità morbide, una selezione di brani fedeli alla forma jazzistica ma riletti in chiave contemporanea e proveniente da differenti contesti musicali di genere (jazz, pop, rock).

Martedì 24 Febbraio
XINGO QUARTET
Laura Sciocchetti:voce
Lewis Saccocci: piano
Dario Piccioni: basso
Mauro Salvatore: batteria
Il gruppo prende spunto dal nome del fiume Xingu (Rio Xingu) che è un fiume brasiliano che nasce nello Stato del Mato Grosso e attraversa lo Stato del Pará, sboccando vicino alla foce del fiume Rio delle Amazzoni. La solida ritmica è attiva da tre anni, oltre ad aver partecipato a diverse tournee e trasmissioni prestigiose come“ Brasil di Max Detomasi”, ha partecipato a numerosi festival Italiani e Sudamericani di Jazz . Con il recente arrivo della splendida voce della cantante Laura Sciocchetti si completa una formazione davvero potente e trascinante. Il gruppo di recente ha inserito nel proprio repertorio diversi brani originali del talentuoso pianista “Lewis Saccocci” e con gli arrangiamenti del creativissimo bassista “ Dario Piccioni “ e con l’ aggiunta dell’ esperienza del batterista “ Mauro Salvatore “ si crea una miscela di freschezza, eclettismo, dinamicità, tecnica e potenza, davvero speciale, che ha portato di recente a collaborazioni con diversi e valentissimi musicisti uno su tutti Jim Porto ed anche Robertino de Paula. Inoltre il repertorio si arricchisce di splendidi brani quali: O Barquinho di Roberto Menescal A Ra di Joao Donato, Coisa Feita di Joao Bosco oltre ad attingere al ricchissimo repertorio di Carlos Jobim

Mercoledì 25 Febbraio
IRIO DE PAULA TRIO
Irio de Paula – chitarra
Renato Gattone – contrabbasso
Lucio Turco – batteria

Irio De Paula, nato a Rio de Janeiro, è uno dei più affascinanti chitarristi brasiliani, specializzato nei ritmi brasiliani e sudamericani come bossa nova e samba. Nel mondo è riconosciuto come uno dei più qualificati del genere. Irio vive in Italia dagli anni settanta dove arrivò a seguito della cantante Elza Soares, insieme al percussionista Mandrake e al batterista Afonso Vieira, facendo presto conoscere il suo straordinario talento, che lo portò, come sessionman, a collaborare in numerose incisioni discografiche. Significativa la sua partecipazione a “Per un pugno di samba”, album realizzato a Roma da Chico Buarque de Hollanda con gli arrangiamenti di Ennio Morricone. De Paula acquisisce una vasta notorietà presso il pubblico italiano quando la sua canzone Crianca viene inserita nella colonna sonora de L’ultima neve di primavera (1973) e viene pubblicata sulla facciata B del 45 giri del tema principale del film, che raggiunge il primo posto in hit parade. Ha pubblicato più di 50 album, da solo o in varie formazioni, spaziando dalla musica brasiliana agli standard della musica americana. Ha suonato con i più popolari artisti della musica latinoamericana quali: Sergio Mendes, Elza Soares, Baden Powell, Eumir Deodato, Astrud Gilberto e ha inoltre partecipato come ospite, sia dal vivo che in studio, a incisioni di prestigiosi jazzisti quali Gato Barbieri, Chet Baker, Tal Farlow, Archie Shepp.

Giovedì 26 Febbraio
ALL OVER GOSPEL CHOIR
Direttore – Mº Giovanna Ludovici
Coro:
Federica Coppari, Roberta Ledda, Francesca Genga, Lucilla Raponi, Claudio Jemme, Gianluigi Zucchi, Sherol Dos Santos, Joanne Smith, Alessandra Serzanti, Silvia Santi, Jaqueline Branciforte
Band:
Domenica Schirripa: tastiere
Fabrizio Caratelli: chitarra
Fabio Ciaglia: basso
Alessandro Gasponi: batteria

All Over Gospel Choir è un progetto che nasce nel 2008 dal desiderio del direttore artistico maestro Giovanna Ludovici, di far conoscere e diffondere il repertorio gospel americano moderno e contemporaneo. “This is the gospel!” è un viaggio musicale nel gospel di ieri e di oggi, passando per rivisitazioni di grandi classici del passato e del presente. Il repertorio proposto ricalca fedelmente il sound in voga attualmente in America, con contaminazioni r&b, soul, funky, hip hop per uno spettacolo godibile e vario. Il coro è composto da 30 elementi fra cui spiccano allievi della prestigiosa scuola St. Louis di Roma. Il coro ha partecipato dal 2008 a numerosi spettacoli di beneficenza a favore di Avis, Amnesty International, Agire, Provincia Religiosa Fatebenefratelli, Coopi, Ospedale Bambino Gesù di Palidoro e Croce Rossa Italiana, Fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica, ma soprattutto da diversi anni collabora con il carcere femminile di Rebibbia, dove è in atto un progetto di istruzione alla musica gospel alle detenute. Vanta collaborazioni artistiche con artisti affermati quali Fiorello, i Neri per Caso, Gigi D’Alessio, Charlie Cannon, Harold Bradley, I Baraonna, Danilo Rea e Stefano Di Battista.

Venerdì 27 Febbraio
ALFREDO PAIXAO TRIO
Alfredo Paixao: basso
Domenico Sanna: piano
Valerio Vantaggio: batteria
Special Guest NADIA CANCILIA

Alfredo Paixao è considerato uno dei migliori bassisti su scala mondiale, nato a Rio de Janeiro proviene da una famiglia di musicisti e inizia a suonare a sette anni. Il primo strumento fu, però, il flauto traverso, ma ben presto venne sostituito dalla chitarra. Nel 1974, a soli 12 anni, si diploma in chitarra classica presso la scuola di musica di Brasília, inserendosi subito nell’ambiente della musica popolare brasiliana e accompagnando per molti anni il padre, noto sassofonista. All’epoca i suoi punti di riferimento erano: Elis Regina, Cesar Camargo Mariano, Francis Hime, Dori Caymmi, Ivan Lins. Le sue radici affondano nei ritmi tradizionali: suo zio è Moacir Santos, uno dei più grandi maestri della musica popolare brasiliana, che gli ha insegnato a leggere le note. Negli Stati Uniti, però, Paixão approfondisce la sua formazione musicale e professionale frequentando lezioni private da Bunny Brunnel e Mick Goodrick. L’ artista vincitore di 4 Grammy Awards è una delle massime figure del jazz internazionale, nella sua lunga carriera ha collaborato con alcuni dei migliori musicisti dei nostri tempi come: Mike Manieri, Vinnie Colaiuta, Horacio ‘El Negro’ Hernandez,Billy Cobham, Peter Erskine, Bob Sheppard, ma anche Julio Iglesias, Ricky Martin, Liza Minelli, Henry Salvador, Justo Almario, Alex Acuna (Caldera), Joe Heredia, Eddie del Barrio Alejandro Sanz, Laura Pausini, Pino Daniele (12 album registrati con lui), Fiorella Mannoia ….Bassista, cantante e compositore poliedrico fuori da ogni schema, Paixao si esibirà insieme al talentuoso pianista jazz Domenico Sanna, al batterista Valerio Vantaggio, e alla splendida voce di Nadia Cancilia.

Sabato 28 febbraio
EUGENIA MUNARI QUARTET
Eugenia Munari: voce
Ettore Gentile: piano
Stefano Nunzi: basso
Alessandro Marzi: batteria

Eugenia, oltre ad un’intensa attività live in Italia ( “Lucca Jazz Donna”, “Teatro Comunale
di Formello” dove ha presentato il suo ultimo progetto “Jazz Movie Themes”, “Ventotene Estate” Brazil quartet, “Cinema e…blu” concerto multimediale, AlezanderPlatz Jazz Club e tanti altri)ha al suo attivo numerose partecipazioni ad importanti trasmissioni radio/televisive . Accompagnata dal top del jazz nazionale( Dino Piana, Max Ionata, Irio de Paula, Riccardo Biseo, Eddy Palermo) ha dato vita a prestigiose performances anche oltreoceano: Stati Uniti e Giappone. Le doti maggiori che si riconoscono alla Munari (figlia di Piero e nipote di Gegè Munari che rappresenta la storia della batteria italiana) sono la versatilità e la duttilità interpretativa, qualità da vera cantante di blue notes che ama indagare con ingegnoso eclettismo. Ha pubblicato due cd: “Challenge” pubblicato dalla Philology Jazz Records e “Talking Eyes” (Uocchie C’arraggiunate), un’originale rivisitazione di alcune immortali canzoni napoletane.

Domenica 1 Marzo
SADE SONGS TRIBUTE QUINTET
Daniela Papale: voice
Pasquale Renna: keyboards
Marco Ciancaglini: guitars
Elio Buselli: bass
Antonio Vernuccio: drums
Claudio Crabas: percussions

“Il progetto nasce dalla cantante Daniela Papale che ,dopo diversissime esperienze professionali in vari generi musicali, si è avvicinata all’artista Sade dapprima solo per una mera fase di studio e successivamente come punto di riferimento, avendone assimilato lo spirito ed il groove. Il live di circa 90 minuti, ripropone i più grandi successi di Sade, facendo respirare al pubblico rarefatte atmosfere smooth jazz, mescolate con sonorità latin di grande raffinatezza. La band SADESONGS è composta da musicisti che vantano esperienze pluridecennali con i nomi più significativi del panorama nazionale ed internazionale.

SPLENDOR PARTHENOPES
Via Vittoria Colonna 32/C
Tel 06. 6833710 – splendorparthenopes.com
Ingresso per cena ore 20.30
Inizio spettacolo ore 21.30
Ingresso: €15 con consumazione
Ristorante e pizzeria aperti fino all’1 di notte
Per Info: eventi@splendorparthenopes.com

Ufficio Stampa e comunicazione Dott.ssa Marina Luca
E- mail mlmarinaluca@gmail.com Personal : + 39 339 7716731

E’ CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...